Logo Comune

20131212_181526.jpg
in evidenza
nota-informativa-ministero-della-saluteNota informativa per la prevenzione ed il controllo dell'epidemia stagionale d'influenza 2016-2017 del Ministero della Salute
piano-nazionale-per-la-prevenzione-delle-epatiti-virali-da-virus-b-e-cAl fine di aderire ad analoga richiesta del Ministero dell'Interno, per mezzo della Prefettura di Catania, si allega, per opportuna...
servizio-di-fatturazione-elettronicaServizio di Fatturazione Elettronica   Denominazione Ente: Comune di Motta Sant'Anastasia Codice Univoco...
parco-urbano-di-via-napoliAPERTO ANCHE DOMENICA MATTINA L'Amministrazione comunale porta a conoscenza la cittadinanza che da Mercoledì 4 marzo 2015 sarà...
segnalazione-di-danni-alle-colture-agrarieSi comunica agli agricoltori che, per supporto tecnico ed assistenza alla corretta segnalazione di danni da grandine del 22 gennaio...
corso-di-formazione-per-operatori-locali-di-progetto-olp Corso di Formazione per Operatori Locali di Progetto (OLP)  
prevenzione-e-contrasto-allo-spaccio-di-sostanze-stupefacenti-e-fenomeni-di-bullismoChiama il 43002 Attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei fenomeni di bullismo negli istituti...
il-ministero-dello-sviluppo-economico-per-le-aree-interneIl Ministero dello Sviluppo Economico in visita a MottaIn relazione al Programma di iniziative intraprese dal Ministero dello sviluppo...
avviso-alla-cittadinanzaSi avvisa la Cittadinanza che dal mese di Settembre 2014 presso l'Ufficio Tecnico Comunale sito in via Napoli n.70 sarà attivo il...

    logo suap           logo posta certificata

Stasera libro “Jana di Motta” di Salvatore Calanna

Jana_da_MottaMartedì 29 aprile 2014, nella sede del dongione normanno,  l’ Istituto comprensivo “G. D’Annunzio” di Motta S.A  e l’assessorato comunale alla Cultura, rassegna “Stasera libro – incontro con l’autore”,  hanno presentato  il libro “Jana di Motta” di Salvatore Calanna. Hanno partecipato all’evento il giornalista Vito Caruso, che ha inaugurato la serata ringraziando tutti i presenti, tra cui il sindaco Angelo Giuffrida, l’assessore alla Cultura Antonella Santagati, il dirigente scolastico del Comprensivo Daniela Di Piazza, la prof.ssa  Luisa Spampinato, autrice della prefazione e relatrice della serata . Forte è stato il plauso a tutti i volontari della Cultura , a  coloro cioè che in questi anni hanno partecipato “volontariamente” affinchè libri di ogni ordine e genere fossero diffusi e fruiti dalla comunità mottese. Folto il pubblico. Tra loro rappresentanti dei tre rioni locali, il presidente provinciale dell’Unicef  Vincenzo Lorefice, la presidente Fidapa Motta S.A. Rosa Distefano, la presidente dell’Archeoclub di Catania Giusi Liuzzo.
La manifestazione,  situata  all’interno di un progetto scolastico sui Beni Culturali a cui hanno aderito le classi 3D,3A,3E, guidate dai rispettivi docenti  Luisa Spampinato, Bruno Rizza e Paola Cardile, è stato l’evento conclusivo di un lavoro scolastico mirante alla salvaguardia di un pezzo di storia collettiva. Gli alunni delle classi hanno avuto modo,  attraverso la lettura, l’analisi e la riflessione su Jana, di conoscere anche gli eventi storici accaduti intorno al 1400 nel nostro paese. L’attore mottese Pasquale Platania e Noemi  Finocchiaro, discreti paladini della nobile causa dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), hanno deliziato i presenti leggendo alcuni brani tratti dal libro.
Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito, ha preso la parola la prof.ssa Spampinato, la quale partendo dalla prefazione letta pubblicamente , ha voluto  evidenziare  l’incommensurabile necessità che i giovani ereditino il passato , non per rivolgere “nostalgicamente” lo sguardo indietro , ma per costruire il futuro basato sulle solide fondamenta del retaggio culturale. Esercitare, dunque, quel radicamento esistenziale e storico senza il quale ogni comunità rischia di perdere i propri valori. Numerosi gli interventi degli alunni, che attraverso domande di ogni tipo , hanno dato vita ad un dibattito durante il quale l'autore ha scrupolosamente e minuziosamente risposto , concedendo a tutto l’uditorio ulteriori precisazioni  sui personaggi storici , come la regina Bianca Di Navarra e il conte Bernardo Cabrera , personaggi fondamentali del libro. Gradevoli i costumi medievali indossati da Tamara Ruggeri e Rocco Consolo.
“ Questa esperienza- dicono gli alunni dopo aver letto il libro -ci ha spinto a scavare in fondo al nostro passato fino ad incrementare le nostre radici e renderle ben salde. Il passato deve essere ricordato. Il passato non deve morire”.


Gli studenti di terza A-D-E

tasto protezione civile     tasto ist comprensivo      tasto centro servizi

Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido! Accessibilità |Amministratore | Sitemap | Note legali | Privacy