Logo Comune

Portale comune

panorama2.jpg
in evidenza
nota-informativa-ministero-della-saluteNota informativa per la prevenzione ed il controllo dell'epidemia stagionale d'influenza 2016-2017 del Ministero della Salute
piano-nazionale-per-la-prevenzione-delle-epatiti-virali-da-virus-b-e-cAl fine di aderire ad analoga richiesta del Ministero dell'Interno, per mezzo della Prefettura di Catania, si allega, per opportuna...
servizio-di-fatturazione-elettronicaServizio di Fatturazione Elettronica   Denominazione Ente: Comune di Motta Sant'Anastasia Codice Univoco...
parco-urbano-di-via-napoliAPERTO ANCHE DOMENICA MATTINA L'Amministrazione comunale porta a conoscenza la cittadinanza che da Mercoledì 4 marzo 2015 sarà...
segnalazione-di-danni-alle-colture-agrarieSi comunica agli agricoltori che, per supporto tecnico ed assistenza alla corretta segnalazione di danni da grandine del 22 gennaio...
corso-di-formazione-per-operatori-locali-di-progetto-olp Corso di Formazione per Operatori Locali di Progetto (OLP)  
prevenzione-e-contrasto-allo-spaccio-di-sostanze-stupefacenti-e-fenomeni-di-bullismoChiama il 43002 Attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei fenomeni di bullismo negli istituti...
il-ministero-dello-sviluppo-economico-per-le-aree-interneIl Ministero dello Sviluppo Economico in visita a MottaIn relazione al Programma di iniziative intraprese dal Ministero dello sviluppo...
avviso-alla-cittadinanzaSi avvisa la Cittadinanza che dal mese di Settembre 2014 presso l'Ufficio Tecnico Comunale sito in via Napoli n.70 sarà attivo il...

    logo suap           logo posta certificata

RIAPERTURA EDIFICIO EX SCUOLA MEDIA

COMUNICATO
RIAPERTURA EDIFICIO EX SCUOLA MEDIA
DI VIA F. FRANCAVIGLIA

    A seguito delle delucidazioni richieste da molti cittadini e constatata la assoluta disinformazione che ha generato numerose illazioni, ritengo doveroso informare la cittadinanza sulle motivazioni che hanno determinato quest’Amministrazione a restituire alla collettività i locali dell’ex scuola media.

A tal proposito comunico quanto segue:
    
-    I tecnici del Comune di Motta Sant’Anastasia, a seguito di sopralluogo effettuato presso la sede del Comando di Polizia Municipale, hanno riscontrato l’inagibilità di detta sede, dovuta a criticità di carattere non strutturale;
-    I locali del C.do di Polizia Locale non sono di proprietà del Comune, ma sono locati e l’eliminazione del pregiudizio riscontrato compete al proprietario dell’immobile, che nel corso degli anni ha dimostrato sempre una certa inerzia per l’esecuzione dei lavori necessari;
-    Tra il patrimonio indisponibile del Comune, vi sono i locali dell’ex scuola media, sita in via Francaviglia, che sicuramente offrono maggiori garanzie, con immediato risparmio economico per le finanze dell’Ente;
-    Per i predetti locali non si è mai riscontrato pericolo grave ed immediato inerente la sicurezza della struttura dell’edificio, o di sue parti strutturali; anzi esso si trova in buono stato anche dal punto di vista impiantistico, e non ha mai mostrato segni strutturali pregiudizievoli a seguito di eventi sismici già verificatisi;
-    La struttura del plesso ex scuola media ha superato le prove di carico statico, che permettono di certificare l’idoneità statica delle strutture in relazione alla tipologia e all’anno di costruzione, periodo di non sismicità della zona.
    

    Considerato, inoltre che:
- la chiusura del plesso scolastico di scuola media, come evidenziato dalla stessa Ordinanza di chiusura, avveniva (marzo 2013), non per la mancanza del requisito di idoneità ai carichi verticali (idoneità statica), ma per il mancato rispetto del requisito sismico;
- alla carenza di offerta scolastica, l’amministrazione comunale ha dato, nell’immediato, riscontro con la realizzazione di nuovo plesso, già all’epoca in costruzione, con i requisiti di sicurezza vigenti.
- l’adeguamento strutturale per il pieno rispetto dei requisiti sismici vigenti, del plesso di cui trattiamo (ex plesso G. D’Annunzio) è già stato valutato antieconomico. I costi da affrontare non darebbero i benefici di cui al pieno rispetto della normativa vigente in materia sismica, se non con costi esorbitanti.
 - il patrimonio immobiliare di cui dispone il comune, adibito a posti di lavoro per i dipendenti pubblici, appartiene al patrimonio edilizio realizzato nel periodo precedente all’introduzione della normativa sismica, e quindi con le medesime soglie di sicurezza del plesso in questione, che dispone, oltre che della verifica ai carichi verticali, anche della rispondenza impiantistica per edifici scolastici (dotato di certificato di prevenzione incendi ancora in corso di validità).

    Vista la Circolare del Capo Dipartimento della Protezione Civile, che chiarisce, come del resto già risaputo, che in base all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 23 marzo 2003, i proprietari o i gestori di opere strategiche hanno l’obbligo, salvo carenze per carichi verticali, in generale, di programmare gli interventi necessari per i dovuti adeguamenti.
    In questo modo, coerentemente con le indicazioni delle Norme Tecniche per le costruzioni del 14 gennaio 2008, possono essere ridotti eventuali provvedimenti di chiusura di edifici che comportino gravi disagi sociali.

    Considerato che, come certificato, sia dal Responsabile del Comune, ing. Antonio Di Rosa, sia da professionista esterno incaricato, ing. Maria Cristina Ferlito, l’utilizzo ad uffici dell’edificio comporta comunque un declassamento delle condizioni di carico, sia in relazione ai carichi verticali sia nella combinazione sismica, in quanto come specificato dai tecnici:”si ha una riduzione del sovraccarico verticale per scuole da 350 kg/mq (D.M. 18/12/1975) ai 300 previsti per uffici suscettibili di affollamento, e ad una combinazione dei carichi classificata “C” per le scuole a quella “B” per edifici pubblici suscettibili di affollamento, con minore incidenza quindi di forze agenti sia per i carichi verticali e sia nella combinazione dei carichi. Inoltre l’edificio si troverà ad avere un impatto con una popolazione afferente decisamente inferiore alle 450 unità permanentemente presenti, rispetto a quando esso era adibito a scuola, quindi con rischio oggettivo decisamente inferiore”.  
    Le nuove verifiche globali, effettuate dal tecnico incaricato ing. Maria Cristina Ferlito, supportate anche da ulteriori indagini, hanno evidenziato, comunque, un grado di sicurezza adeguato per la destinazione uffici, anche con la presenza “attiva” del piano superiore.
    Inoltre, la prudenziale inagibilità confermata per il piano primo, comporta l’azzeramento dei carichi accidentali che rende ancora superiore il grado di sicurezza già certificato.

Per quanto sopra esposto, ho assunto, nella qualità di Sindaco pro tempore di questo Comune, la decisione di procedere alla riapertura del plesso ex scuola media per adibirlo, limitatamente al piano terra, ad uffici comunali.

    Considerato che l’utilizzo dell’edificio dell’ex scuola media, in questa situazione contingente, per uffici pubblici comunali potrà, in seguito ad interventi di miglioramento sismico, comportare l’utilizzo anche del piano superiore. Pertanto ho dato mandato ai tecnici di provvedere, nell’immediato, alla redazione del progetto esecutivo di miglioramento sismico, che riguarderà il miglioramento strutturale del piano primo e piano seminterrato. Tali lavori non comprometteranno l’utilizzo del piano terra, in quanto effettuati con tecniche poco invasive, avvalendosi di nuove tecnologie.
    
    COMUNICO quindi, l’intenzione di adibire l’intero plesso, successivamente alla realizzazione dei succitati lavori, a sede amministrativa comunale, con gli specifici obiettivi di ridurre a zero le spese per locazioni uffici, e di ottimizzare e razionalizzare l’organizzazione degli uffici stessi, che, in tal modo verrebbero finalmente accorpati in un’unica sede avente caratteristiche di viabilità e parcheggio migliori rispetto a quelle attuali.
    Ho, inoltre, il piacere di partecipare ai cittadini che, per quanto riguarda le attività scolastiche adibite all’interno della sede Lasea (locali non comunali e in condizioni certamente non decorose), su mia disposizione, è già stato approntato dall’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici, il progetto preliminare di realizzazione della nuova scuola materna con grado di sicurezza rispondente alle nuove normative, il quale sarà sottoposto al vaglio del Consiglio Comunale in tempi brevi.

           Pertanto, vi informo che, con decorrenza odierna, gli Uffici dell’Area IV- Lavori Pubblici sono ubicati presso il piano terra del citato plesso ex scuola media e che è in itinere il trasferimento nel plesso medesimo degli uffici del Comando di Polizia Locale.


IL SINDACO
Dott. Anastasio Carrà

 

tasto protezione civile     tasto ist comprensivo      tasto centro servizi

Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido! Accessibilità |Amministratore | Sitemap | Note legali | Privacy